Est modus in rebus

Volontariato

Sono disponibili, per WordPress e per Joomla, temi che si ispirano alla veste grafica del sito della Croce Rossa.

E ora che la Croce Rossa è stata privatizzata ed ha una maggiore “flessibilità” alle sue ramificazioni sul territorio un’identità visiva comune è ancor più indispensabile.

Per chi avesse bisogno, i vecchi modelli sono disponibili ancora nella pagina “Archivio Template“.

I temi sono disponibili, per ora, solo per WordPress e per Joomla!. Prossimamente dovrei riuscire a rilasciarne anche uno per Drupal … se avete bisogno di altro non esitate a chiedere. Continua a leggere

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Grande delusione la mia.

La rabbia e la tristezza che mi agitavano l’animo son scomparsi … per lasciare il posto a tanta tanta amarezza per una Associazione che in Italia sta facendo egregiamente ed encomiabilmente, per lo meno in questi frangenti di emergenza, un ottimo lavoro tenendo alto il nome della Croce Rossa e dei suo Principi ma che, per lo meno a livello Locale, si e’ dimostrata, per l’ennesima volta, di una pochezza e di una disonestà intellettuale rare anche nello sfacelo del tessuto socio-culturale nel quale si trova ad operare.

Ma mi spiego meglio.

A poche ore dal sisma che ha colpito l’Abruzzo, io (e come me altre decine di volontari iperspecializzati della Campania in generale e della provincia di Caserta in particolare) ero pronto a partire con un preavviso minimo per lo scenario operativo: già alle 10.00 di lunedì mattina il mio affardellamento era pronto!!

Quella mattina, mentre nella macchina che mi portava in facoltà la radio aggiornava ogni 10′ sugli eventi abruzzesi, la mia mente rileggeva la check-list per la partenza, ripassava linee guida e protocolli operativi, ripercorreva gli step da fare per l’autorizzazione alla partenza …

Le ore passavano e di notizie non c’era nemmeno l’ombra, in Comitato il problema piu’ serio era che una linea fax non funzionava.
Allo spacco lascio l’uni e vado in Comitato per capire, per vedere se c’è da fare … ma nulla, tutto morto. Le chiamate si susseguono: Napoli non sa nulla, Roma, mi dicono, non risponde …
Un ora, due ore cosi’, nel nulla … e la gente era sotto le macerie. Continua a leggere

Twitter
  • Centomila minuti 10 novembre 2017
      “Mi vieni a trovare?”…sussurra la voce sottile dietro un naso affilato e un paio di occhiali ormai diventati troppo grandi per l’estrema magrezza dello sperimentare così tanta malattia…”se mi trasferiscono in in medicina mi vieni a trovare?…ho paura! qua mi state tutti dietro, mi controllate..” Certo che ci vengo, ci vengo tutti i giorni […]
    Benedetta Galgani
  • Brutto, sporco e cattivo. 25 settembre 2017
    Mentre lo trasbordano dalla barella dell’ambulanza, emana una nuvola di polvere e un fetore che ti tiene lontano, a metri di distanza; ha una casacca e dei pantaloni luridi, bagnati e spessi da cui cascano piccoli pezzi di terra ed erba e chissà cos’altro Il volto paonazzo, la barba bionda tutta appiccicata, fa tutt’uno con […]
    rem
  • No woman, no cry 23 luglio 2017
      “Vi supplico di essere indignati” (Martin Luther King) Immagino che molti lettori di questo blog abbiano letto di un fatto accaduto all’Ospedale San Paolo di Savona, dove a causa di un devastante sommarsi di pregiudizi, disinformazione e forse addirittura di pettegolezzi di quartiere un paziente ha rinunciato a sottoporsi ad un intervento chirurgico soltanto […]
    Storyteller
  • Questo o quello… per me pari sono 6 luglio 2017
      Stanotte gliela voglio raccontare io una storia a quella dottoressa che scrive racconti nelle pause, brevi pause notturne, durante il suo lavoro in Rianimazione. Io lo so che a volte scrive al computer quello che le passa per la mente, quello che le passa per il cuore: ognuno di noi ha un suo modo […]
    Magamagò
  • Soffi cardiaci (San Valentino) 28 giugno 2017
    Rumori. Che si provocano per una vertigine del sangue, un moto vorticoso che fa vibrare le valvole e il cuore intero. A volte più intensi e accompagnati da un fremito, quando accosti la mano, superando il pudore, per palpare il petto. Musicali per l’orecchio, o come un canto di gabbiano, oppure aspri, perfino duri. Nei […]
    Gigi
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità alcuna e, pertanto, non rappresentano “prodotto editoriale” si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell’autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d’uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 14 novembre 2017 @ 21:45