Est modus in rebus

trieste

La gastroenterologia è una disciplina “per pochi eletti” se si ragiona in termini di numeri, infatti il trend storico, alquanto particolare, mostra una percentuale di contratti nei confronti del numero totale la cui mediana negli ultimi 6 anni accademici si attesta sull’1.49% (in media 74 contratti)

Questo ci fa capire quanto difficile sia poter accedere a questa scuola di specializzazione.
Un’altra particolarià di queste due curve è il fatto che per un breve periodo,  proprio in corrispondenza “dell’anno nero dei contratti” (l’aa 2012/2013), per la prima volta l’incidenza era migliore del numero dei contratti. Questo si può spiegare osservando che la diminuzione di 500 borse è stato, in valore relativo, maggiore rispetto alla diminuzione di contratti per gastroenterologia (un -10% dei contratti totali contro un -2% di quelli per gastro).

Per quanto riguarda la distribuzione dei contratti di quest’anno tra le varie scuole, va fatto notare che le molte sedi con valore 0%, devono la loro classificazione al fatto che esse non hanno contratti “loro” ma sono aggregate ad altri atenei.  In particolare: Perugia è aggregata con Ancona; Foggia con Bari; Ferrara, Modena e Parma hanno come capofila Bologna; Sassari con Cagliari; Chieti con L’Aquila, Pavia, Brescia e Milano “Bicocca” sono con Milano, MagnaGrecia e SUN sono con Federico II; le siciliane Catania e Messina con Palermo ed infine Pisa è capofila di Siena.

Inoltre si registrano diverse nuove entrate. Infatti a spartirsi “la torta” non sono più 34 le scuole (come fino all’anno scorso) bensì, con l’aggiunta di Brescia, Milano “Bìcocca” e Trieste, si è arrivati al numero di 37 sedi.

Per le tabelle con i dati di questa e di molte altre scuole potete consultare l’articolo con l’analisi generale.

gastroenterologia - trend storico e distribuzione contratti 2014

 

La scuola di specializzazione in Pediatria è sempre stata, per lo meno nella mia esperienza, tra le più ambite.

Ebbene, l’analisi dell’andamento storico dei contrattiassegnati a questa scuola negli utlimi sei anni (dal 2008/2009) rivela una piacevole e quanto mai inaspettata (almeno per me) sorpresa: il trend è in costante e continua ascesa (nonostante i tempi da “spending review” e la riduzione dell’anno scorso di 500 contratti)!

Per quanto riguarda, invece, la distribuzione territoriale dei contratti alle singole scuole (e qui ricordiamo che i dati sono quelli ufficiali del MIUR al netto sia dei contratti regionali che di quelli privati poiché non sono disponibili le fonti), non si registrano particolari novità se non il fatto che, quest’anno, l’università di Udine non dovrebbe essere più federata con quella di Trieste.

Per le tabelle con i dati di questa e di molte altre scuole potete consultare l’articolo con l’analisi generale.

pediatria - trend storico e distribuzione contratti 2014

Twitter
  • Jogging 20 febbraio 2017
      Corro. Jogging pigro di una fredda mattina di febbraio. Aria umida nelle narici. Gambe pesanti, corpo intorpidito dal lungo inverno. Mentre ascolto il ritmo affannato del mio respiro, la mente divaga E mi viene in mente lui. Jack. 8 anni, un’intelligenza fuori dal comune. Ragazzino educato, vispo, curioso. Si era accorto che qualcosa non […]
    Gio
  • Per te 6 febbraio 2017
    Non vorresti capitasse mai, ma ecco che improvvisamente, in un tempo sospeso arriva in reparto il tuo collega… ma come paziente. Il problema è che io lavoro in hospice. Le paure si moltiplicano, le notizie che arrivavano attraverso gli altri e che sembravano ovattate e lontane ora sono realtà che ti spiazza. Come è difficile […]
    TNT69
  • Ombre della notte 27 dicembre 2016
      Domenica notte, freddo e nebbiolina. “codice giallo –  evento violento in strada – dinamiche non note!”  Queste le confortanti informazioni, di quello che è ormai il terzo servizio di fila della nottata. Il target è un po’ fuori dalle nostre classiche zone di intervento: ci vorranno tra i sette e i dieci minuti circa per raggiungerlo, […]
    Il Barelliere
  • Ascensore 20 dicembre 2016
      Sono in ospedale. All´ingresso principale due bambini sui tre e sette anni giocano a indovinare quale dei quattro ascensori arriverà per primo e si inseguono e corrono approfittando del fatto che la mamma, intenta a parlare con un’infermiera nel corridoio, non li veda. Come sempre non posso resistere e ingaggio il gioco con i […]
    Gio
  • La regola delle tre P 19 dicembre 2016
    “Una cosa che probabilmente la mattina non farete mai è guardarvi allo specchio e chiedervi: sono uno stronzo? (…) Probabilmente nel mondo ci sono dei veri idioti e di sicuro molti di loro hanno una buona opinione di sé. Non si considerano delle carogne, perché il prendere coscienza della propria stronzaggine è abbastanza difficile.” Eric […]
    Zoro
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicià alcuna e, pertanto, non rappresentano "prodotto editoriale" si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell'autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d'uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Background Image by Saffron Blaze (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 31 gennaio 2017 @ 14:49