Browsed by
Tag: Regione Campania

Corso di formazione per #MMG per il triennio 2014/17: il #bando della #RegioneCampania

Corso di formazione per #MMG per il triennio 2014/17: il #bando della #RegioneCampania

regione campania logoE’ pubblicato sul B.U.R.C. n.18 del 17 marzo 2014, il Decreto Dirigenziale e l’allegato Bando di partecipazione al concorso per n. 80 (ottanta) medici al Corso triennale di Formazione Specifica in Medicina Generale della Regione Campania, strutturato a tempo pieno, triennio 2014/2017.

Tuttavia in molti si chiedono quale siano i termini specifici entro i quali presentare domanda.

Ebbene, nel preambolo del Decreto Dirigenziale n. 2 del 13/03/2014, è indicato il Decreto Ministeriale che regola la formazione specifica in medicina generale: il Decreto Ministeriale del Ministero della Salute del 7 marzo 2006 (G.U. Serie Generale n.60 del 13-3-2006), il quale specifica che:

  • I  bandi  sono  pubblicati sul bollettino ufficiale di ciascuna regione  o  provincia  autonoma  e  nella  Gazzetta  Ufficiale  della Repubblica  italiana  –  4ª  serie  speciale «Concorsi ed esami» – ne viene data comunicazione in estratto, entro il 30 marzo di ogni anno. La  scadenza  del  termine  per  la  presentazione  delle  domande di concorso   decorre   dalla   data  di  pubblicazione  nella  Gazzetta Ufficiale (art. 2, comma 1)
  •  Le  domande di partecipazione al concorso devono essere redatte in  carta  semplice, a macchina o in stampatello, ed indirizzate al competente  assessorato  della  regione o della provincia autonoma in cui il  candidato intende svolgere il corso di formazione; deve essere prodotta esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o per mezzo di altro corriere privato; il  termine per la presentazione  delle domande e’ di trenta giorni a decorrere dalla data di pubblicazione dell’estratto nella Gazzetta Ufficiale (art. 6)

Quindi, riassumendo, la #domanda per il corso di formazione specifica in #medicinagenerale per il triennio 2014/2017 della #RegioneCampania va redatta in carta semplice, compilando il modulo allegato al bando ed inoltrata, a mezzo di raccomandata entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’estratto in Gazzetta Ufficiale, alla “Direzione Generale per la Tutela della Salute e il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale, U.O.D. 13 – Personale del Servizio Sanitario Regionale – Centro Direzionale di Napoli, Isola C3 – 80143 – Napoli”, specificando che “contiene domanda di ammissione al concorso per il corso di formazione in medicina generale”.

 

 

 

Stanziati dalla Regione Campania 81 contratti aggiuntivi per la formazione specialistica di area medica.

Stanziati dalla Regione Campania 81 contratti aggiuntivi per la formazione specialistica di area medica.

regione campania logoSono stati stanziati, dalla Regione Campania, circa 12,5 milioni di euro al fine di finanziare ulteriori 81 contratti per la formazione specialistica di area medica che si vanno ad aggiungere a quelli (300 esclisivamente per le universtà campane e circa 80 in condivisione con atenei di altre regioni) messi a concorso con il D.M. 333/2013

Pubblicati su B.U.R.C. n. 37 del 8 luglio 2013 i Decreti Dirigenziali n. 32 e 33 del 01 luglio 2013

Confermati dalla Giunta giudata dall’On. Caldoro, quindi, le risorse investite lo scorso anno per la formazione dei giovani medici campani.

Ottimo risultato (anche grazie a S.I.G.M. e FederSpecializzandi), soprattutto se lo contestualizziamo nel clima di estrema crisi che sta affrontando la Regione ed il Paese tutto e che ha portato ad una drastica riduzione dei posti attuata dal MIUR creando seria preoccupazione per il futuro della sanità italiana e campana.

  Posti Regionali Specializzazione SUN 2013 (232,8 KiB, 2.366 hits)

  Posti Regionali Specializzazione Federico II e Salerno 2013 (574,0 KiB, 2.108 hits)

Manifestazione congiunta SIGM – Federspecializzandi a Palazzo S. Lucia: resoconto

Manifestazione congiunta SIGM – Federspecializzandi a Palazzo S. Lucia: resoconto

Ricevo e pubblico:

Logo SIGMCOMUNICATO CONTRATTI REGIONALI SS:

Oggi 24 maggio 2013 le due principali associazioni di categoria, il Segretariato Italiano Giovani Medici – S.I.G.M. e Federspecializzandi, hanno chiamato a raccolta gli aspirandi medici in formazione specialistica presso il palazzo della Regione Campania (via Santa Lucia – Napoli), per manifestare contro la riduzione ingiustificata dei contratti di formazione specialistica ministeriali e per chiedere alla Regione un intervento concreto, al fine di ridurre al minimo gli effetti di tali tagli, attraverso l’implementazione dei posti finanziati dalla Regione.

Il sit-in, composto da circa 50 giovani medici neolaureati provenienti dai tre Atenei (Federico II, Seconda Università di Napoli e Università di Salerno), ha avuto luogo a Santa Lucia presso il palazzo della Regione Campania dalle ore 10 alle ore 12:30.

Durante la manifestazione una delegazione, composta da 6 giovani medici, è stata ricevuta dall’On. Prof. Raffaele Calabrò, ed ha esposto la necessità di implementare i contratti ministeriali con ulteriori contratti regionali di formazione specialistica, motivando la richiesta con il fatto che in Campania contestualmente alla riduzione del numero di contratti per la formazione specialistica, assistiamo per l’aa 2012-2013 ad un incremento del numero di concorrenti dovuto ai “primi” neo-laureati di Salerno e ai laureati “fuori corso” di marzo. Inoltre i giovani medici chiedono che sia ricalcolato il reale fabbisogno regionale di specialisti attraverso criteri scientifici e tenendo conto del blocco del turn-over che affligge da decenni i giovani medici in Campania.

L’On. Calabrò, confermando la già nota sensibilità al tema, ha garantito il massimo sforzo mirato al raggiungimento dello stesso risultato avuto per l’aa 2011-2012, con l’obiettivo di implementare ulteriormente il numero dei contratti attingendo dal Fondo Sociale Europeo – FSE.

Abbiamo il dovere morale di garantire ai neolaureati in medicina della Campania un percorso professionalizzante valido e nei tempi giusti, affinchè questi possano competere ad armi pari con i propri colleghi, in Italia e negli stati dell’UE. – ha affermato il Prof. Raffaele Calabrò – Contestualente va riprogrammato con parametri standard il reale fabbisogno di specialisti per singola branca, al fine di ridurre gli attuali squilibri che oggi comportano esuberi in alcuni casi e gravi carenze in altri.

Segretariato Italiano Giovani Medici-S.I.G.M. Campania

Manifestazione congiunta SIGM – Federspecializzandi a Palazzo S. Lucia

Manifestazione congiunta SIGM – Federspecializzandi a Palazzo S. Lucia

 

Logo SIGM logo-federspecializzandi

Ricevo e pubblico:

COMUNICATO

Domani 24 maggio alle ore 10.00 le due principali associazioni di categoria, il Segretariato Italiano Giovani Medici – S.I.G.M. e Federspecializzandi, hanno chiamato a raccolta gli aspirandi medici in formazione specialistica presso il palazzo della Regione Campania (via Santa Lucia – Napoli), per manifestare contro la riduzione ingiustificata dei contratti di formazione specialistica ministeriali e per chiedere alla Regione un intervento concreto, al fine di ridurre al minimo gli effetti di tali tagli, attraverso l’implementazione dei posti finanziati dalla Regione.

Il sit-in, organizzato in modo congiunto tra le due associazioni, sarà formato sia dai giovani medici neolaureati provenienti da tre Atenei (Federico II, Seconda Università di Napoli e Università di Salerno) sia da …specializzandi; quest’ultimi, solidali con i colleghi più giovani, chiedono che sia ricalcolato il reale fabbisogno regionale di specialisti attraverso criteri scientifici e tenendo conto del blocco del turn-over che affligge da decenni i giovani medici in Campania.

La riduzione del numero dei contratti per accedere alla formazione specialistica è la logica conseguenza di una dilatazione della durata complessiva dei percorsi di formazione specialistica voluta dal M.I.U.R. nel 2005 e superiore rispetto alla media europea – affermano i rappresentanti dei giovani medici – In Campania contestualmente alla riduzione del numero di contratti per la formazione specialistica, assistiamo per l’aa 2012-2013 ad un incremento del numero di concorrenti dovuto ai “primi” neo-laureati di Salerno e ai laureati “fuori corso” di marzo.

Segretariato Italiano Giovani Medici-S.I.G.M. Campania Federspecializzandi-Campania

Regolamento Elettorale Campano e "quote rosa": assurdo!

Regolamento Elettorale Campano e "quote rosa": assurdo!

Notizie fresche fresche dal Consiglio Regionale della Campania … e sono notizie assurde!!

Questa notte è stato approvato il nuovo Regolamento Elettorale della Ragione Campania … e ci sono delle novita’ un po’, come dire, discutibili.

Come la questione della doppia preferenza, discriminante al contrario.
MI spiego meglio: secondo questa nuova regola (oltre ad esser stato abolito il listino) c’e’ la doppia preferenza (e, fin qui, nulla quaestio) ma la cosa bella viene dopo, quando si stabilisce che, suddetta SECONDA PREFERENZA VADA DATA OBBLIGATORIAMENTE AD UNA DONNA.

In pratica le opzioni possibili sono due e non tre, come la matematica farebbe pensare:
A. prima preferenza donna, seconda preferenza donna
B. prima preferenza uomo, seconda preferenza donna.

Tertium non datur!

Ora qui mi sembra che stiamo rasentando il ridicolo … è palesemente anticostituzionale questa norma che de facto stabilisce una disuguaglianza di trattamento tra i due sessi.

Bene, questo intervento potra’ sembrare fortemente sessista … ma, se avete un attimino di onesta’ intellettuale (e mi riferisco soprattutto alle donne) vi renderete conto che non è cosi’, anzi.

Ho sempre considerato le donne al mio stesso livello: ne di meno, ne di piu’.
Ebbene non capisco la ratio che è dietro questa norma, che mi sa tanto di populismo, proposta dal PD e votata a larga maggioranza.
Voglio dir: perche’ possono esser votate due donne e non due uomini? In virtu’ di quale privilegio? di quale presunta superiorità o inferiorità?
Si fa tanto parlare di Casta, di Classe, di spoil system … ma qui tutti “piangono miseria” ma poi, a ben vedere, sono quelli che applicano piu’ degli altri e meglio degli altri gli stessi sistemi che loro criticano.

Ovviamente non parlo nemmeno, perche’ non ne vale la pena, di quel femminismo sterile e militante (un po’ come il comunismo), presuntuoso e impaziente, che ha portato a certe scelte davvero discutibili e svilenti per le stesse donne con un po’ di autostima!

Una preferenza obbligatoria per una donna … eh! Davvero stiamo rasentando il ridicolo, stiamo raschiando il fondo .. cercando di racimolare tutti i voti possibili per sopperire alla mega dimostrazione di incompetenza, di imperizia e di negligenza che Bassolino & Co. hanno dato e stanno dando in Campania.

Read More Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi