Est modus in rebus

primavera

Ebbene si … la primavera è quasi arrivata! :) :)

La temperatura s’e’ fatta mite, si inizia ad andare a correre con i pantaloncini e la maglietta (hihihi … alla faccia del detto che ilsole di marzo fa male! :)) e si iniziano a rivedere i centauri in giro con le moto .. che bellinii!! :))

Cmq il senso di questo mio post è un altro: raccontarvi quello che mi è successo questa mattina

Per ragioni di servizio son tornato, dopo ben 8anni (l’ultima volta fu il giorno del terremoto di San Giuliano di Puglia), nel mio ex Liceo.
Ed è stato un tuffo nel passato per quanto possibile … chi c’era ancora, chi non era andato in pensione, si ricordava di me … tutti :) e sono stato accolto da costoro con un sorriso ed un sincero piacere nel vedermi.
Mi ha fatto bene, molto … perche si gnifica che non “sono uno come tanti”; che, nonostante ttutto, resto un po’ nel cuore della gente; che riesco a farmi voler bene … e scusate se, proprio in questo periodo, per me non è poco!! Continua a leggere

E proprio in virtù del fatto che le cose non vengono mai sole (come dimenticare quella cena da Achille di un paio di anni fa? :) ) sono appena tornato da una disavventura.

Ebbene si, sono uscito qst sera con l’intenzione di andare al cinema gratis a vedere un film caruccio … siamo arrivati li e le riduzioni erano finite, sono andato a vedere un film che NON FINIVA PIU’, piattissimo che non era malaccio ma poteva esser organizzato meglio con i tempi (ndr: Il curioso caso di Benjamin Button ) e, come degno finale … LA MITICA CLIO CI HA LASCIATO A PIEDI SULL’A1 a 2 km dal’uscita ed abbiam dovuto chiamare l’ACI per farci venire a prendere (e meno male che ho la tessera della Total che mi da assistenza gratuita!!)

E meno male che ho potuto affrontare sta “disavventura” con il sorriso sulle labbra, che se mi fosse successo ieri sera sarebbe stata una tragedia! :)

[simage=55,160,n,right]Un grazie sentito va ai miei compagni di sventura, Marco, Pierangelo e Denis che non mi hanno lasciato solo sull’autostrada e con i quali ci siamo fatti una marea di risate aspettado per una buona mezz’ora il carroattrezzi del soccorso stradale!!!!

Sono appena tornato dalla montagna … sono stato a fare il “boscaiolo”, a tagliar legna e a caricarla sui carrelli!

Non volevo andare, ero “sad” (come potete ben vedere dal mio twitter) ma poi sono dovuto andare a vedere che combinavano su in montagna gli operai.

Son partito scettico, ero cosi’ giu che nemmeno una bella giornata come quella di oggi mi faceva effetto ma man mano che il suv (e guai a chi dice che sono intuili) preseguiva lungo questa strada rurale qualcosa si smuoveva … iniziavo a notare il verde intenso dell’erba che cresce reso vivo da quelle piccole, impercettibili bestioline che elegono il sottobosco a casa, il caldo del sole, l’odore di “vita nuova” che, prepotente, si imponeva alla mia attenzione e, complice una bella canzone di Simona Molinari (qla di Egocentrica di sanremo) mi sono accorto che la lunga, rigenerante, pausa invernale è oramai alle ultim battute. Continua a leggere

Twitter
  • Il caffè del morto 24 ottobre 2016
    “Viviamo in una società in cui la morte è un tabù. La si vede al cinema, alla televisione, sui giornali, ma è sempre qualcosa di astratto e lontano che riguarda gli altri. Non se ne parla, non ci si pensa, e quando tocca l’individuo da vicino c’è un lavoro molto profondo da fare per permettergli […]
    Salvatore Nocera
  • Provare l’ambu 24 settembre 2016
    Tanti anni fa, circa del 1988, quando ero ancora anestesista implume e ignorante (quest’ultimo lo sono rimasto) fui inviato in consulenza in un ospedalino periferico, monospecialistico medico, che assisteva molti pazienti cronici. Ad uno di questi pazienti cronici, una SLA con paralisi ormai quasi completa, tracheostomizzato e ventilato, era necessario, mensilmente, sostituire la cannula tracheale, […]
    Herbert Asch
  • Il Paradiso – sogno di un’anestesista in pensione 7 settembre 2016
    “in fondo abbiamo sempre avuto a che fare con la fermata precedente al paradiso, ma noi cerchiamo di fare scendere la gente lì e non farla proseguire… H.Asch” Dovevo chiudere la finestra. Eppure lo so che quando c’è la luna piena devo chiuderla. Per non farla entrare. La luce argentea mi abbaglia. E mi toglie […]
    Magamagò
  • Non solo Barbapapà 9 agosto 2016
    Alì (nome di fantasia che sostituisce un nome ben più complicato di “Armando”) sta nel suo letto bello pacifico. La collega in consegna mi ha descritto il decorso post operatorio, le infusioni in corso e lo stato generale del malato: buono. Entro subito in camera per dargli un occhio; è in prima giornata e anche […]
    supergiovan8
  • Reperibilità 1 agosto 2016
    Driiin!!! All’una di notte…suona il cellulare! “Vieni giù che c’è casino!” . Accidenti! Proprio mentre pensavo di averla sfangata e finalmente, sotto il peso di palpebre inesorabilmente calanti, affievolitosi il consueto stato di vigile allerta, mi arrendevo al sonno ristoratore, sullo scomodo divano anti…coma di casa, già, opportunamente in abiti civili, coi piedi avvolti da […]
    zarianto
HiStats




statistiche siti web






Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicià alcuna e, pertanto, non rappresentano "prodotto editoriale" si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell'autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d'uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Background Image by Saffron Blaze (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 4 settembre 2016 @ 13:22