Est modus in rebus

Linux

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Era da un po’ che cercavo un modo per poter navigare in un tablet (un cinesissimo Mach Power  TAB-M7007) con il bellissimo Android

Il tutto nasceva perchè lo collegavo alla rete via cavo e non ci potevo comunque operare come volevo. così ho optato per l’installazione di una web interface per il mio terminale.

In tal mondo, mi son detto, posso gestire il device tramite la creazione di un server web che usi il protocollo HTTP e/o FTP il che, tra l’altro, mi toglie dalle mazzate anche per il fatto che non è legato al sistema operativo utilizzato (quindi lo posso usare sia dal notebook con windozzo che dal desktop con Linux!) essendo, il tutto, gestito via web con un normale browser (sia esso Internet Explorer o Firefox o qualsivoglia altro software!)

La mia scelta, dopo aver letto un po’ di recenzioni, è finita su Remote Web Desktop.
Continua a leggere

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

La scorsa settimana gli sviluppatori di Moonlight, nota implementazione open source della tecnologia Microsoft Silverlight, hanno rilasciato un’anteprima della versione 2.0 del loro software. Tale release recepisce le novità di Silverlight 2, sebbene non tutte le funzionalità di quest’ultimo siano ancora state implementate.

La prima preview di Moonlight 2.0 era inizialmente attesa per marzo, in occasione del Mix09, ma il team di sviluppo sponsorizzato da Novell ha preferito attendere di implementare – seppure parzialmente – il modello di sicurezza CoreCLR: quest’ultimo è una sandbox in grado di limitare l’accesso del codice alle risorse di sistema in base a tre livelli di sicurezza: transparent (il più restrittivo), safe-critical (restrizioni moderate) e critical (nessuna restrizione). Continua a leggere

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Ma stra lol … (a parte Ubuntu che nn amo particolarmente con Gnome!) hahahahaahah, non poteva mancare sul mio sito!

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

‘If Joomla! is Linux, then WordPress is Mac OS X. WordPress might offer only 90% of the features of Joomla!, but in most cases WordPress is both easier to use and faster to get up and running.’

Con questa frase inizia un articolo caruccio che confronta due delle piattaforme che ultimamente sto imparando ad amare: Joomla! e WordPress.

L’incipit è quanto di piu’ vero si possa scrivere in un confronto tra i due perche’ è proprio per questa ragione che per i siti “complessi” che gestisco ho scelto Joomla! (abbandonando FN non gia’ perche’ non all’altezza ma perche cercavo qualcosa di nuovo e piu’ piu’ “fine”) ma per il mio semplice sito personale ho scelto WordPress.

WordPress è molto piu’ “user-friendly” rispetto al CMS Joomla! (anche se WP non puo’ esser definito, tecnicamente un CMS nonostante tutte le features che vi si possono installare e con le quali si puo’ arricchire!), con un aspetto grafico, per chi non si intende di CSS e di Web Design, il piu’ delle volte migliore rispetto ai templates disponibili per Joomla.
Inoltre la facilita’ e l’immediatezza della configurazione di WP è davvero impressionante cosi’ come la facilita’ di gestione del sito in WP rispetto ad uno in J! è  lampante pur tuttavia stiamo sempre a livelli altissimi delle due piattafome, ben oltre un 9 (quasi una A per i paesi Anglosassoni!)

Ovviamente io sto parlando di un utente medio che conosce solo le basi di PHP e di CSS, che ha una minima dimestichezza con Apache e con MySQL, e che vorrebbe avere uno spazio dinamico e non la classica pagina statica pre Web 2.0 giacche’, da linuxaro, sono intimamente convito che Joomla!, in mani esperte, sia molto piu’ malleabile (e quindi adattabile a tutte le esigenze) rispetto a WP. Continua a leggere

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

wp

Strana sorte la mia.
Ogni singola volta che mi accingo a provare una nuova piattaforma ecco che la installo, la inizializzo, inizo ad impararla … e dopo max due settime esce una nuova release.

Cosi’ mi capito’ quando installi Linux per la prima volta, cosi’ mi e’ capitato quando mi sono addentrato nell’universo dei CSM con Flatnuke, cosi m’e’ capitato con Joomla! e cosi’ mi è appena capitato con WordPress! 🙂
🙂

Twitter
  • L’arte della fragilità 10 dicembre 2017
    Il nostro essere viene talvolta così essenzialmente colpito, che può essere fatto a pezzi. Ci sono circostanze in cui non si apprezza niente. La fragilità del nostro essere  è una realtà di cui bisogna tenere conto, per poter coltivare la bellezza e vincere. A passo col tempo, l’essere umano, ha sentito il suo potere crescere. […]
    Dahara
  • Centomila minuti 10 novembre 2017
      “Mi vieni a trovare?”…sussurra la voce sottile dietro un naso affilato e un paio di occhiali ormai diventati troppo grandi per l’estrema magrezza dello sperimentare così tanta malattia…”se mi trasferiscono in in medicina mi vieni a trovare?…ho paura! qua mi state tutti dietro, mi controllate..” Certo che ci vengo, ci vengo tutti i giorni […]
    Benedetta
  • Brutto, sporco e cattivo. 25 settembre 2017
    Mentre lo trasbordano dalla barella dell’ambulanza, emana una nuvola di polvere e un fetore che ti tiene lontano, a metri di distanza; ha una casacca e dei pantaloni luridi, bagnati e spessi da cui cascano piccoli pezzi di terra ed erba e chissà cos’altro Il volto paonazzo, la barba bionda tutta appiccicata, fa tutt’uno con […]
    rem
  • No woman, no cry 23 luglio 2017
      “Vi supplico di essere indignati” (Martin Luther King) Immagino che molti lettori di questo blog abbiano letto di un fatto accaduto all’Ospedale San Paolo di Savona, dove a causa di un devastante sommarsi di pregiudizi, disinformazione e forse addirittura di pettegolezzi di quartiere un paziente ha rinunciato a sottoporsi ad un intervento chirurgico soltanto […]
    Storyteller
  • Questo o quello… per me pari sono 6 luglio 2017
      Stanotte gliela voglio raccontare io una storia a quella dottoressa che scrive racconti nelle pause, brevi pause notturne, durante il suo lavoro in Rianimazione. Io lo so che a volte scrive al computer quello che le passa per la mente, quello che le passa per il cuore: ognuno di noi ha un suo modo […]
    Magamagò
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità alcuna e, pertanto, non rappresentano “prodotto editoriale” si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell’autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d’uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 14 novembre 2017 @ 21:45