Est modus in rebus

ammissione

repubblica italiana  trasparente

Il ministero ha colto l’occasione della nota attuativa per D.M. 444/2013 per fare chiarezza anche sulla questione “pubblicazioni post – laurea”.

Infatti il MIUR, con la nota del 12/06/2013 n. 13624 (nota sulla scorta della quale già alcune Università stanno modificando i propri bandi di concorso), oltre a dare disposizioni circa il DM ha anche detto che

“la valutazione delle pubblicazioni a mezzo stampa [OMISSIS] per quanto concerne il periodo temporale di riferimento della relativa accettazione, possa essere rimessa alle autonome determinazione delle singole sedi universitarie e delle Commissioni locali.”

Insomma, in attesa del Concorso Nazionale (che dovrebbe eliminare per lo meno tanti problemi “burocratici” … speriamo senza causarne di peggiori),  questa nota parrebbe per lo meno aver messo un punto alla “incredibile” vicenda delle pubblicazioni post – laurea.

Ma a noi, umili mortali, tuttavia l’unica vera arma che ci è rimasta è sempre stata una ed una soltanto: studiare.

repubblica italiana  trasparente

A seguito dopo le innumerevoli pressioni esercitate da più parti, il Ministero, con DM del 10 giugno 2013 n.444, ha stabilito che la data la per la presa di servizio sarà l’8 agosto 2013 per tutte le scuole.

Questo dovrebbe spegnere parte delle numerose polemiche se si sono venute a creare allorquando, con il DM 393/2013, il ministero ha rimodulato i posti a concorso per alcune scuole modificandone, contestualmente, anche il calendario di svolgimento creando, de facto, due iter concorsuali diversi diversi.

  D. M. 444/13: Inizio attività didattica scuole di specializzazione area medica 2012/2013 (428,8 KiB, 769 hits)

 

repubblica italiana  trasparenteIn giro per la rete si trovano questi documenti che riguardano una questione spinosa per i molti che, in questo periodo, si stanno preparando a partecipare al concorso di ammissione alle scuole di specializzazioni mediche più anomalo che la Repubblica ricordi negli ultimi anni.

Ultimo colpo di scena è stata la notizia dell’esistenza di una nota ministeriale (la oramai famigerata 2796 del 17/07/2012) indirizzata al Magnifico Rettore dell’Università di Bari in cui si diceva che non erano valutabili, ai fini del concorso, se non le pubblicazioni effettuate nell’iter degli studi universitari, in parole povere quelle effettuate prima della laurea.

Tuttavia esisterebbe una seconda nota MIUR, la n. 4007/2012 a firma del Direttore Generale Dott. D. Livon, secondo la quale il giudizio sull’ammissibilità e la validità delle pubblicazioni spetterebbe esclusivamente al giudizio delle singole commissioni.

Quindi due note, a distanza di poco più di due mesi, che dicono due cose diverse … che strano Paese è l’Italia

NB: si declina ogni responsabilità circa l’uso che derivi dall’uso di questi documenti.

Sul filo di quello che scrissi qualche giorno fa sul divario tra formazione “di base” e post laurea, Federspecializzandi ha fatto pervenire questa lettera aperta cun un interessantissimo grafico che, volentieri pubblico

Trend accessi e laureati al CdL in Medicina e Chirurgia vs accesso ai corsi post-laurea (Scuole di Specializzazione - SS e Corsi per i Medici di Medicina Generale - MMG)

Trend accessi e laureati al CdL in Medicina e Chirurgia vs accesso ai corsi post-laurea (Scuole di Specializzazione – SS e Corsi per i Medici di Medicina Generale – MMG)

Lettera Aperta ai Ministri Carrozza e Lorenzin sulla riforma del sistema di formazione medica e accesso al mondo del lavoro dei medici

Onorevoli Ministri,

venerdì 26 aprile, al termine di un iter quanto mai travagliato, è stato pubblicato il bando di concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione (anno accademico 2012/2013). Come ampiamente preannunciato nelle scorse settimane, il numero di nuovi contratti di formazione specialistica è passato dalle 5000 unità, cifra stabile negli ultimi 6 anni, a 4500 unità, con un taglio pari al 10%. Qualche giorno fa, sono stati inoltre pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale il numero di accessi al corso specifico in medicina generale che per questo anno accademico ammontano a 924 (- 5,8% rispetto al 2012). Complessivamente, i posti di formazione post-laurea disponibili per il corrente anno accademico ammontano a 5424 unità, a fronte di un numero di laureati in medicina e chirurgia che, nel 2011 (ultimo dato disponibile sul sito del MIUR), sfiora quota 6500.

Per completare il quadro, a distanza di qualche minuto dalla pubblicazione del bando di accesso alle scuole di specializzazione, sulla pagina del ministero è stato ufficializzato il numero degli studenti che accederanno al corso di laurea specialistica in medicina e chirurgia nel prossimo anno accademico. Tale numero ammonta a 10756 unità, di cui 10021 per studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia e 555 per studenti non comunitari e non soggiornanti nel nostro Paese. Anche in questo caso abbiamo assistito, rispetto allo scorso anno accademico, ad un taglio, seppur solo dell’1,4%. Dalla semplice lettura di queste cifre, sintetizzate nella figura allegata alla presente lettera, emerge come si stia aprendo un preoccupante divario fra il numero di laureati in medicina e coloro che hanno accesso alla formazione post-laurea, attuale prerequisito per poter accedere alle posizioni lavorative del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
Continua a leggere

CaduceusCi si domanda, ultimamente, se per partecipare al concorso di ammissione alle specializzazioni mediche si debba o meno essere abilitati, la risposta è: no, non si deve essere abilitati se non alla data della presa di servizio.

Ma andiamo con ordine.

L’inghippo nasce tutto sul decreto ministeriale n. 172 del 2006 (GU n.109 del 12-5-2006) che prevede, all’art. 2 comma 1 che recita così:

Al concorso possono  partecipare  i  laureati  in  medicina  e  chirurgia in data anteriore   al   termine   di  scadenza  fissato  dal  bando  per  la presentazione  delle  domande  di  partecipazione  al  concorso,  con obbligo di superare l’esame di Stato prima della scadenza del termine per  la  presentazione  delle  domande  di partecipazione al concorso medesimo.

Ora, leggendo quete righe ci si fa l’idea che per parteciapre si debba essere abilitati (e non iscritti ad all’OMCeO) alla data di presentazione della domanda.

Tuttavia il 9 gennaio 2008, con il Decreto Ministeriale n. 1 (GU n.20 del 24-1-2008), si modifica il 172/06 in questo modo

2. All’articolo 2 del decreto ministeriale 6 marzo 2006, n. 172, sono apportate le seguenti modifiche:

a) al comma 1, secondo periodo, le parole «prima della scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso medesimo», sono sostituite dalle seguenti: «entro il termine fissato per l’inizio delle attivita’ didattiche delle scuole»;

Inoltre, non pago di ciò, il legislatore, con la Legge del 30 ottobre 2008, n. 169 (GU n. 256 del 31 ottobre 2008), ha così stabilito

1. Il comma 433 dell’articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e’ sostituito dal seguente:

«433. Al concorso per l’accesso alle scuole universitarie di specializzazione in medicina e chirurgia, di cui al decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368, e successive modificazioni, possono partecipare tutti i laureati in medicina e chirurgia. I laureati di cui al primo periodo, che superano il concorso ivi previsto, sono ammessi alle scuole di specializzazione a condizione che conseguano l’abilitazione per l’esercizio dell’attivita’ professionale, ove non ancora posseduta, entro la data di inizio delle attivita’ didattiche di dette scuole immediatamente successiva al concorso espletato.».

Quindi si dal 2008 si puo’ parteciapre al concorso a patto di aver superato l’esame di abilitazione alla data della presa di servizio.

  DECRETO 6 marzo 2006, n. 172 (2,1 MiB, 465 hits)

  DECRETO 9 gennaio 2008, n. 1 (544,4 KiB, 399 hits)

  Legge 30 ottobre 2008, n. 169 (146,7 KiB, 433 hits)

  Medici in formazione specialistica: obbligatorietà di iscrizione all albo (124,9 KiB, 414 hits)

universitaSono online, pubblicate con Decreto Ministeriale n. 334 del 24 aprile 2013, le modalità di svolgimento ed i programmi della prove per l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato: Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura e Professioni Sanitarie.

Le date, come largamente annunciato nei mesi scorsi dallo stesso ministero, sono state anticipate alla fine di luglio rispetto alla prassi, oramai consolidata, che le vedeva svolgersi nei primi mesi dopo la pausa esitiva.

Le prove si svolgeranno tutte alle ore 11.00 second0 il seguente calendario:

Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua italiana 23 luglio 2013
Medicina Veterinaria 24 luglio 2013
Corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di architetto 25 luglio 2013
Corsi di laurea delle professioni sanitarie 4 settembre 2013

Altra importante novità è che il DM stabilisce graduatorie NAZIONALI dei candidati. Infatti è specificato che

 Per i corsi di cui agli artt. 2, 4, 5 e 6 il Cineca, sulla base del punteggio totale, [omissis], redige due distinte graduatorie nazionali, una per i candidati comunitari e stranieri residenti in Italia, [omissis], e l’altra per i candidati stranieri residenti all’estero, [omissis]. Per i corsi di cui all’articolo 7 le Università, sulla base del punteggio totale,[omissis], redigono due distinte graduatorie, una per i candidati comunitari e stranieri residenti in Italia, di [omissis], e l’altra per i candidati stranieri residenti all’estero, secondo le procedure [omissis].

Inoltre altre le novità e punti salienti si elencano:

  • la composizione del test che diventa da 60 domande anzichè 80
  • tempo per lo svolgimento che passa da 120 minuti a 90 minuti
  • 5 domande di cultura generale, 25 di ragionamento logico
  • 1,5 punti per ogni risposta corretta, -0,4 punti per ogni risposta errata
  • 10 punti di bonus in base al voto di diploma di maturitàIn merito a quest’ultimo punto, si sottolinea che da quanto si apprende dal Decreto Ministeriale, seppure assurdo, tale bonus verrà assegnato esclusivamente a coloro che si sono diplomati nell’anno scolastico 2011/12 e che hanno conseguito un voto maggiore o uguale a 80/100. La distribuzione dei 10 punti avviene in base a 4 fasce di punteggio da attribuirsi in base al percentile di appartenenza di ogni singola scuola. Si tratta infatti di percentile e non di votazione.

Restano vive le polemiche di come, un aspirante universitario si possa preparare con un minimo preavviso e così a ridosso agli esami di stato, as un concorso che potrebbe decidere l’intero corso della sua vita.

 

Twitter
  • Jogging 20 febbraio 2017
      Corro. Jogging pigro di una fredda mattina di febbraio. Aria umida nelle narici. Gambe pesanti, corpo intorpidito dal lungo inverno. Mentre ascolto il ritmo affannato del mio respiro, la mente divaga E mi viene in mente lui. Jack. 8 anni, un’intelligenza fuori dal comune. Ragazzino educato, vispo, curioso. Si era accorto che qualcosa non […]
    Gio
  • Per te 6 febbraio 2017
    Non vorresti capitasse mai, ma ecco che improvvisamente, in un tempo sospeso arriva in reparto il tuo collega… ma come paziente. Il problema è che io lavoro in hospice. Le paure si moltiplicano, le notizie che arrivavano attraverso gli altri e che sembravano ovattate e lontane ora sono realtà che ti spiazza. Come è difficile […]
    TNT69
  • Ombre della notte 27 dicembre 2016
      Domenica notte, freddo e nebbiolina. “codice giallo –  evento violento in strada – dinamiche non note!”  Queste le confortanti informazioni, di quello che è ormai il terzo servizio di fila della nottata. Il target è un po’ fuori dalle nostre classiche zone di intervento: ci vorranno tra i sette e i dieci minuti circa per raggiungerlo, […]
    Il Barelliere
  • Ascensore 20 dicembre 2016
      Sono in ospedale. All´ingresso principale due bambini sui tre e sette anni giocano a indovinare quale dei quattro ascensori arriverà per primo e si inseguono e corrono approfittando del fatto che la mamma, intenta a parlare con un’infermiera nel corridoio, non li veda. Come sempre non posso resistere e ingaggio il gioco con i […]
    Gio
  • La regola delle tre P 19 dicembre 2016
    “Una cosa che probabilmente la mattina non farete mai è guardarvi allo specchio e chiedervi: sono uno stronzo? (…) Probabilmente nel mondo ci sono dei veri idioti e di sicuro molti di loro hanno una buona opinione di sé. Non si considerano delle carogne, perché il prendere coscienza della propria stronzaggine è abbastanza difficile.” Eric […]
    Zoro
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicià alcuna e, pertanto, non rappresentano "prodotto editoriale" si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell'autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d'uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Background Image by Saffron Blaze (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 31 gennaio 2017 @ 14:49