Back to Top

Category Archives: Cultura

il dramma della Laurea che non arriva

Il Coraggio di ammettere i fallimenti

il dramma della laurea che non arrivaDi tanto in tanto si leggono (o si sentono da colleghi ed amici) storie simili a questa (Tenta il suicidio a 26 anni nel giorno della sua laurea | Il Mattino). Storie che fanno sempre presa su di me e che mi rattristano. Tutte le persone “comuni” hanno avuto (più o meno) intoppi nel loro percorso accademico … ma la valenza pedagogica degli “esami” sta non solo nelle nozioni che si devono assimilare per superarlo (funzione didattica?) quanto nel percorso che lo studente deve affrontare (anche su di sé) per raggiungere lo scopo.

Ma per talune persone la pressione esterna è forse troppo alta, le aspettative esagerate, l’ansia troppo forte.

Ci vuole CORAGGIO.
Coraggio perché lo scopo di quel lavoro su noi stessi potrebbe anche essere quello di capire che quel percorso di studi o quel progetto di vita non è, in realtà, quello che si vuole.
Ed allora dirlo, ammetterlo può essere un gradino troppo grosso da superare da soli.

Soprattutto in una società in cui non è ammesso sbagliare, dove il fallimento non può essere preso in considerazione, dove se queste cose (sbaglio e fallimento) accadono non è MAI colpa del soggetto interessato ma sempre di soggetti terzi: i docenti, l’allenatore ( e sul ruolo pedagogico dello sport si potrebbe scrivere tantissimo), ecc…
In questo tipo di visione del mondo, in cui si tende a perdere la valenza dell’errore, ammetterne uno, riconoscere una “sconfitta”, può risultare drammaticamente destruente.

Quindi ci vuole INTELLIGENZA.
Intelligenza da parte di tutti. Perché questi ragazzi (forse troppo “fragili”) vanno ascoltati, supportati e accompagnati. Da tutti. Dalla famiglia. Dagli Amici. Dalla società. Dai formatori (attenzione … questo non vuol dire che i docenti debbano “per forza promuovere” … sarebbe esattamente l’opposto. Se elimino l’ostacolo come posso formare alle difficoltà?). Ed a costoro è richiesto anche CORAGGIO perché non è né facile né bello vedere in difficoltà qualcuno cui si vuol bene. Ma l’esser troppo solerti nell’aiutare non sempre è una cosa positiva.

Solo con Coraggio ed Intelligenza queste cose posso essere evitate.

EBSCO al servizio di FNOMCeO: i medici potranno accedere a Pubmed e Cochrane in maniera gratuita

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Quanti di noi non hanno, almeno una volta nella vita professionale, pensato “ma che lo pago a fare l’Ordine”? Così come spessissimo ci sarà capitato di avere sotto mano un abstract di un articolo e non riuscire ad aver accesso al full text (nonostante trucchi vari come l’accesso tramite proxy delle università)

Tuttavia ora la FNOMCeO ci viene incontro stipulando un accordo con la #EBSCO  in modo tale da poter aver accesso ai Full text degli articoli

Ora è possibile l’accesso a migliaia di articoli sulle più comuni piattaforme  (Pubmed, Cochrane Library e Dynamed Plus) comodamente da casa … diciamocelo: una bella iniziativa da parte del FNOMCeO. Continue Reading

Pensate, #soccorritori, pensate …

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Vejentana 2014 - l'esercitazione di Anpas Lazio

Serata in hamburgeria con i soccorritori del 118, ed io sono sempre piuttosto monotono. Parlo sempre di lavoro.

Sono quelle serate con gente che conosci poco, con cui ti capita di condividere un turno, qualche birra ogni tanto. Giusto per non fare la figura dell’orso, il mio animale specchio.

Esco a fumare una sigaretta con C. che mi chiede come è andata l’ultima settimana…. Male, rispondo.

Nell’ultima settimana – di merda – ho avuto la sfiga cosmica di occuparmi di tre ventenni, che sono finiti uno peggio dell’altro.

Racconto brevemente il caso del 21enne morto di meningite, non mi vergogno di dire che ho pure pregato perchè rimanesse nell’aldiquà. E la soccorritrice, con un sorrisetto, mi dice: “Beh, non ti ci sei ancora abituato?”.

No cazzo, non mi ci sono abituato. Neanche un pò.

A. aveva 21anni. Al rientro dalle vacanze dapprima un vago malessere, una perdita di coscienza in stazione con intervento del mezzo avanzato ed immediato trasporto nella rianimazione di D., dove le condizioni sono apparse subito critiche. GCS 15 in rapido scadimento con una TC encefalo fortunatamente libera da sanguinamenti, scambi osceni. Sedazione, IOT, rachicentesi. Risultato: meningite da neisseria.

La banale copertura antibiotica parte subito, ma non serve ad arrestare la bestia. Una bestia che si mangia A. ogni ora che passa. A 24 ore dal tubo ci chiamano, il Paziente satura 37. Non sapevo che un saturimetro potesse essere affidabile fino a valori così bassi, ma l’EGA conferma. Come sempre il mio compito è fare l’idraulico, ovvero mettere in ECMO ARDS, shock cardiogeni, ecc. ecc..

Al mio arrivo in quella che definirò rianimazione periferica A. è già evidentemente oltre ogni ragionevole speranza di sopravvivenza. La porpora forma delle macchie liquide dal ginocchio e dai gomiti in giù, impedendo al sangue di raggiungere i tessuti. Non trattengo un “Minchia!” quando vedo le gambe. Le urine sono a lavatura di carne (quei pochi ml), Crea 13, CPK 75000, Lac 20, pH 6.8, CO2 30, PaO2 40, HCO3- 24, BE – 20.

Mi avvicino al letto: i colleghi hanno fatto moltissimo, e A. sembra Cristo in croce.

E’ poco più che un cucciolo. Ce la mettiamo davvero tutta: incannuliamo, contropulsiamo, Ceprotin ed accarezziamo l’idea di un plasma exchange.

Di ammalati così ne ho già visti un tot, e ricordo un solo sopravvissuto.

Continue Reading

#Storico dei #contratti nazionali per le #specializzazioni: Tutte le specializzazioni

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Con la pubblicazione del Bando per il #concorso #nazionale2014 (DM 612/2014), è stato pubblicato anche il numero definitivo di contratti messi a disposizione degli aspiranti specializzandi.

Come avete notato nei giorni scorsi, un po’ per diletto, un po’ perché convinto che potesse esser utile a quanti, in questi giorni, sono alle prese con la scelta delle 6 opportunità da cogliere, ho messo su una piccola analisi statistica storica sui tend e sulle distribuzioni dei posti sul territorio nazionale.

Ebbene, i vecchi li ho aggiornati ed ho inserito tutto in un unico file che vi propongo.

Il file è liberamente scaricabile e modificabile, ma è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso mariolv@outlook.com

in questo file:

AllergologiaEndocrinologiaNeurologia
AnestesiaGastroenterologiaNeuropsichiatria Infantile
CardiochirurgiaGinecologiaOculistica
CardiologiaIgieneOncologia
Ch. dell’App. DigerenteMalattie InfettiveORL
Ch. GeneraleMed. del LavoroOrtopedia
Ch. Maxillo – FaccialeMed. InternaPediatria
Ch. PlasticaMed. LegalePneumologia
Ch. ToracicaMed. NuclearePsichiatria
Ch. VascolareMedicina Emergenza UrgenzaRadiologia
DermatologiaNefrologiaRadioterapia
EmatologiaNeurochirurgiaUrologia

Licenza Creative Commons

 

 

Posted in Cultura, Storico contratti, Universita'| Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |

#concorsonazionale: ecco il #bando per il #concorso di accesso alle #specializzazionimediche

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Arriva finalmente a destinazione l’iter per il primo concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione di area medica: è pubblicato il D.M. 612 del 08 agosto 2014 che contiene il bando per il concorso nazionale di quest’anno.

Dopo il DM 105/2014 che ha rivoluzionato fa formazione post – laurea dei medici italiani, il bando che esce oggi risolve parecchi dei dubbi che gli aspiranti specializzandi hanno nei confronti di questo nuovo concorso.

Tra le cose attese con maggiore intensità ci sono le date della prima e della seconda prova del concorso che, in questo decreto, sono stabilite per tra il 28 ed il 31 ottobre 2014 (prima prova il 28, poi a seguire 29, 30 e 31 per la seconda prova rispettivamente di area medica, chirurgica e servizi).

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede questo bando.

In primo luogo le domande di partecipazione potranno essere inoltrate per tutto il mese di settembre (dal 1/09 al 30/09) per via telematica sul sito www.universitaly.it e dovrà essere corredata dal versamentod di € 30,00 (a differenza di quanto si diceva nelle anticipazioni in cui si parlava di € 100 per finanziare l’aumento dei contratti).

Per quanto riguarda i punteggi, come dicevo nel post precedente, sono confermati quelli del decreto carrozza ovvero i 15 punti a disposizione di una Commissione Nazionale così ripartiti.

Voti di laurea

Media degli esami

Voti esami attinenti

Altri titoli

  • 110 e lode = 2 pt;
  • 110 = 1,5 pt;
  • 108 a 109 = 1 pt;
  • 105 a 107 = 0,5 pt;
  • Media > 29,5 = 5 pt;
  • Media > 29 = 4 pt;
  • Media > 28,5 = 3 pt;
  • Media > 28 = 2 pt;
  • Media > 27,5 = 1 pt
  • 1 pt per ogni 30 o 30 e lode;
  • 0,7 pt per ogni 29;
  • 0,5 pt per ogni 28;
  • 0,2 pt per ogni 27.
  • Tesi sperimentale = 1 pt;
  • Dottorato di Ricerca = 2 pt;

Max: 2 pt

Max: 5 pt

Max: 5 pt

Max: 3 pt

Da notare che i 3 punti aggiuntivi non saranno attribuititi a specialisti o specializzandi (esclusi quindi, a quanto pare, i corsisti di medicina generale).

Altra cosa peculiare è come si “scelgono” gli esami attinenti. Infatti, nell’allegato 2 ci sono gli elenchi degli insegnamenti ritenuti fondamentali e caratterizzanti. Ora, in base agli SSD (i settori scientifico – disciplinari) il candidato puà scegliere a sua discrezione quale esame indicare come “attiente” rispettando tuttavia alcuni parametri. Infatti tra tutti quelli che hanno un particolare SSD il candidato deve scegliere quello che abbia almeno 6 CFU se corso integrato o 4 CFU se materia singola se sono fondamentali, mentre se sono caratterizzanti allora 3 CFU se corsi integrati o 2 CFU se materia singola.

Circa le due prove d’esame al DM è allegato un documento ad hoc (all. 2) che specifica le modalità di svolgimento. Noi ci limiteremo a dire che le prove, della della durata di 120 minuti per i 70 quesiti della prima parte della prova; 70 minuti per i 30 quesiti della seconda parte della prova comune per Area e 30 minuti per i 10 quesiti della seconda parte della prova specifica per singola Scuola, si volgeranno in maniera telematica con un terminale, messo offline, privo di tastiera e con il solo mouse cui ci si dovrà autenticare con il codice fiscale.

Prova

Data

Prima parte (Comune a tutte le Scuole)

28 ottobre – inizio ore 11.00

Seconda parte – Scuole di AREA MEDICA

29 ottobre – inizio ore 11.00

Seconda parte – Scuole di AREA CHIRURGICA

30 ottobre – inizio ore 11.00

Seconda parte – Scuole di AREA DEI SERVIZI CLINICI

31 ottobre – inizio ore 11.00

Inoltre, nelle sedi concorsuali dovranno essere predisposte delle postazioni di “recovery devices” per eventuali malfunzionamenti.

Al termine della prova, come specificato dall’allegato 1, si avrà già il punteggio effettuato.
Inoltre, qualora il candidato dovesse concorrere per piu scuole della stessa area egli risponderà nei primi 30 minuti ai quesiti della prima scuola e altri 30 minuti per le domande specifiche della seconda scuola (l’ordine delle scuole sarà quella alfabetico).

I punteggi attribuibili ai quesiti sono confermati quelli del DM 105/2014, ovvero

Prova

Risposta esatta

Risposta errata

Risposta non data

Prima parte comune (70 quesiti)

1 punto

-0,30 punti

0 punti

Seconda parte specifica di Area (30 quesiti)

1 punto

-0,30 punti

0 punti

Seconda parte specifica di Scuola (10 quesiti)

2 punti

-0,60 punti

0 punti

Alla fine, parlando di graduatorie è stato elaborato un sistema che può sembrare complesso ma, in realtà, lo è meno di quello che appare.

In pratica verrà pubblicata una prima graduatoria provvisoria per scuola con tutti i candidati a seconda dei criteri del DM 105/14 (punteggio generale, punteggio quesiti specifici, età anagrafica minore). Dopo due giorni chi risulterà in posizione utile per più scuole avrà l’obbligo di scegliere quella in cui immatricolarsi, in mancanza di questa opzione decadrà automaticamente da TUTTE le graduatorie. Successivamente verrà pubblicato la graduatoria definitiva aggiornata in base alle scelte di ciascuno. Quando le università confermeranno al CINECA chi si è effettivamente immatricolato allora scatterà il primo scorrimento effettivo con una nuova procedura di immatricolazione.

Infine la presa di servizio avverrà il 10 dicembre.

Allegato a questo bando ci sono anche il totale dei contratti, compresi quelli regionali e quelli di enti privati.
Una cosa da notare sono i “parametri aggiuntivi” che la Regione Veneto, la Regione Autonoma della Valle d’Aosta e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano ha imposto per i vincitori delle proprie borse regionali: ovvero essere laureati negli atenei regionali o essere residenti nelle province in questione.

 

Ed ora le note dolenti.
Il bando, laddove specifica alcune cose pare molto preciso e scrupoloso … tuttavia lascia delle enormi “voragini” di capitale importanza per i futuri specializzandi.

  1. Iniziando dall’art. 1 dove viene richiamato un DM 584/2014 di nomina della commissione unica ministeriale del quale, tuttavia non vi è traccia online. Inoltre sarebbe “carino” sapere come sono stati scelti questi commissari, con quali parametri e con quali procedure.
  2. Si parlava, quando il DM era in fieri, di una certificazione linguistica obbligatoria (cosa comune negli altri Paesi dell’Unione) per gli stranieri che venissero a fare in concorso in Italia, ma di questa certificazione non c’è traccia nel testo del bando. Dimenticanza?
  3. Si parla di una “penalizzazione” di specialisti e di specializzandi nella valutazione dei titoli (tre punti in meno poichè non possono essere attribuiti quelli per la tesi e per il phd) ma non si fa menzione dei corsisti di medicina generale. Quindi questi potranno utilizzare i punti aggiuntivi? Non c’è una disparità tra specializzandi e corsisti?
  4. Punto FONDAMENTALE che ha sorpreso è stata la TOTALE MANCANZA di un qualsivoglia riferimento al contenuto dei quesiti. Ci viene spiegato per filo e per segno come saranno fatti, perfino che il candidato dovrà esporre sul banco il la tessera sanitaria ma NON UN ACCENNO al contenuto di questi test. Ci si limita a linkare “a titolo esemplificativo” i test degli anni scorsi … quasi a dire “tanto saranno uguali” … Si porrà rimedio a questa svista?
  5. Si dovrebbero spiegare in maniera più semplice i meccanismi di scorrimento della graduatoria soprattutto in relazione all’esistenza dei vincoli aggiuntivi per le borse regionali stanziate dalla #RegioneVeneto , dalla #RegioneValledAosta e dalle Provincie Autonome di #Trento e #Bolzano, con le diverse occasioni di scorrimento e di rinuncia rispetto a coloro che sono in situazioni di incompatibilità.

Insomma, in definitiva un  bando fatto discretamente ma completo solo a metà. aspetteremo ulteriori sviluppi.

 

——————-

Documenti:

Versione pdf del DM n. 612