Concorso Specializzazioni 2012. Scongiurato il pericolo: le borse regionali ci saranno

Concorso Specializzazioni 2012. Scongiurato il pericolo: le borse regionali ci saranno

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

 

comunicato stampa di Federspecializzandi sulla conclusione della vicenda

E’ stato scongiurato il pericolo per i giovani medici che, in Campania, si apprestano a partecipare al concorso di specializzazione in area medica.

Grazie all’apporto significativo di una serie di attori importanti come il Sen Prof. Calabrò, i quali hanno supportato i giovani manifestati che erano in protesta ad oltranza davanti alla sede della Regione Campania, le resistenze di ordine politico e burocratico sono state vinte e la Regione stanzierà i soldi necessari alla coperture di una serie di borse regionali aggiuntive,  lo rende noto Federspecializzandi Campania con un comunicato.

Non è ancora chiara l’entità d tale stanziamento ma è comunque una vittoria significativa per tutti coloro che tra qualche giorno inizieranno il duro iter concorsuale che li porterà a diventare specialisti.

A tal riguardo una nota stampa della Regione Campania ci informa che

“E’ in dirittura d’arrivo una delibera della Giunta Regionale della Campania che confermerà anche quest’anno le borse di studio per gli specializzandi messe a disposizione dalla Regione.”

Ad annunciarlo è Raffaele Calabrò, consigliere del presidente Caldoro per la Sanità.

“Nonostante il momento economico difficile e i vincoli imposti dal piano di rientro, l’interesse della Campania e della Giunta regionale a garantire la formazione dei giovani medici non è in discussione”,  aggiunge Calabrò.

“Abbiamo bisogno di arruolare nuovi medici che possano formarsi al meglio e costituire la classe medica del domani per migliorare l’assistenza sanitaria nelle nostre strutture sanitarie ed affiancare i medici che già operano, per carenza di personale dovuta al blocco del turn over, in condizioni estremamente difficili. Il diritto alla salute nella nostra Regione passa anche per l’entusiasmo e l’impegno di chi si forma nelle nostre università”, conclude il consigliere alla Sanità

 

 

What's Happening Recommended by Hashcore

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi