Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

La notizia è questa:  DDl Meloni. Deputati a 18 anni e senatori a 25

Ora le mie perplessità sono tante … può essere la discriminante “età” a doverci difendere dalla gerontocrazia? Puo’ essere in una società come la nostra, una società di Grande Fratello e di Isola dei Famosi, di Amici e del Bunga Bunga una società in cui un ragazzino di 18 anni è capace di prendere decisioni per il bene della Repubblica?
Dove un ragazzino di 18 anni abbia la maturità e la capacità intelletuale di capire quello che implica ad ampio respiro una sua firma?

Oppure il ddl Meloni con le sue “quote verdi”, in associazione con l’attuale legge elettorale, serve solo a poter gestire meglio il parlamento, a poter compare a minor prezzo “pezzi della maggioranza di governo”?

A voi le risposte. Io posso solo dirvi che HO SERIAMENTE PAURA, signori, per la democrazia in Italia!

“Ok B, fa’ le leggi che vuoi,  però mettici SOLO il tuo nome e smettila di distruggere il mio Paese cercando un modo per far finta che non siano per te!!” (cit. me stesso)