Est modus in rebus

Ebbene, caro Blog, SALVE!

E’ parecchio che non scrivo su queste pagine … sono state settimane, mesi particolarissimi … molto “tosti”, duri e con tante TANTE amarezze e delusioni; mesi in cui mi son trovato, di nuovo, più e più volte costretto a limare le mie esigenze, a ridimensionare i miei sogni, ad avvicinare i miei orizzonti … :(
Un periodo in cui sembra che nulla vada per il verso giusto, per quanto tu voglia giocare bene le tue carte, le mani che sono uscite non sono state per nulla fortunate e gli altri giocatori hanno avuto punti piu’ alti dei miei :(

Un periodo in cui per davvero mi sono reso conto, per quanto gia’ lo sapessi, di quanto sono importanti certe persone per me, di quanto questi amici mi siano affezionati (ed adesso so anche con la mente, non solo con il cuore, che non mi lasceranno se non difficilmente!) … devo più di un grazie a più di una persona ma un GRAZIE di quelli seri.
Un Grazie a chi mi è venuta letteralmente a prendere “per i cravattini” quando stavo per precipitare;
Un Grazie a chi mi ascolta ogni giorno anche se dice che non ce la fa più a sentire sempre le stesse stronzate;
Un Grazie a chi mi ha dato un sorriso e mi ha fatto capire tante, tante cose … che mi ha convinto a farmi tornare, per quanto possibile con i segni del tempo, alla filosofia di un tempo … ad avere uno “svoltone”!

Essì … c’e’ stato una “svoltone” nella mia vita una domenica di fine settembre … quando ho capito quello che dovevo fare per reagire a tutta una serie di situazioni che, per davvero, credo di non meritare per nulla e che mi stava distruggendo; quando ho capito che ci sono persone con sciagure ben peggiori e che affrontano la vita con un sorriso e con una fede che mi spaventa per quanto sia forte
E l’aver deciso di uscirne e aver capito come farlo lo devo alle donne … anzi, per la precisione ad una in particolare: Elena (ok ok .. anche un po’ alla mia fede … ma questa è un’altra storia)

Comunque, tornando a noi, chi conosce Elena sa quanto mi sia cara nonostante il rapporto conflittuale di amore/odio mi lega a lei.
Elena mi ha guidato,  abbandonato a lei senza alcuna limitazione e lasciando che mi portasse (perché per davvero ero cosi’ “distrutto” che non avei, anche volendolo, potuto oppormi a nessuno), in un modo di “uscire” dall’impasse tutto femminile: quello di prendersi cura di se stessi.

Mi ha portato a fare shopping,mi ha fatto tornare a correre, e poi finalmente son tornato in acqua e, per ultimo, ieri sera decisione folgorante: CORSO DI LATINO-AMERICANI! ;) :) ahahahahahahahah
Essi’ … tipicamente femmiline questo modo di reagire, non trovate?

E perchè questo modo di reagire? Non solo perchè sono tutte attività che fanno produrre al cervello sostanze oppioidi (le endorfilne) ma anche endocannabinoidi (come se ci si facesse una buona canna!) con tutto quello che ne deriva in termini di regolazione umorale sul SN, ma anche e sopratutto per un motivo psicologico ben preciso.
Infatti mi sono reso conto che, forse, bisogna smettere di cercare che qualcun altro ci faccia sentire bene, che si prenda cura di noi … perchè in realtà noi uomini di solito è questo che facciamo, pensateci bene. Cerchiamo sempre una figura che ci accudisca, che “pensi” per noi … che, come bambini, ci indichi la via (d’altra parte l’ha fatto anche Elena in questo frangente!) … abbiamo bisogno PER TUTTA LA VITA di una mamma!

Ma ora basta .. ho già scritto troppo .. elena mi reclama: dobbiamo andare a correre.

Buone cose a tutti! :)

What's Happening Recommended by Hashcore

Twitter
  • Il caffè del morto 24 ottobre 2016
    “Viviamo in una società in cui la morte è un tabù. La si vede al cinema, alla televisione, sui giornali, ma è sempre qualcosa di astratto e lontano che riguarda gli altri. Non se ne parla, non ci si pensa, e quando tocca l’individuo da vicino c’è un lavoro molto profondo da fare per permettergli […]
    Salvatore Nocera
  • Provare l’ambu 24 settembre 2016
    Tanti anni fa, circa del 1988, quando ero ancora anestesista implume e ignorante (quest’ultimo lo sono rimasto) fui inviato in consulenza in un ospedalino periferico, monospecialistico medico, che assisteva molti pazienti cronici. Ad uno di questi pazienti cronici, una SLA con paralisi ormai quasi completa, tracheostomizzato e ventilato, era necessario, mensilmente, sostituire la cannula tracheale, […]
    Herbert Asch
  • Il Paradiso – sogno di un’anestesista in pensione 7 settembre 2016
    “in fondo abbiamo sempre avuto a che fare con la fermata precedente al paradiso, ma noi cerchiamo di fare scendere la gente lì e non farla proseguire… H.Asch” Dovevo chiudere la finestra. Eppure lo so che quando c’è la luna piena devo chiuderla. Per non farla entrare. La luce argentea mi abbaglia. E mi toglie […]
    Magamagò
  • Non solo Barbapapà 9 agosto 2016
    Alì (nome di fantasia che sostituisce un nome ben più complicato di “Armando”) sta nel suo letto bello pacifico. La collega in consegna mi ha descritto il decorso post operatorio, le infusioni in corso e lo stato generale del malato: buono. Entro subito in camera per dargli un occhio; è in prima giornata e anche […]
    supergiovan8
  • Reperibilità 1 agosto 2016
    Driiin!!! All’una di notte…suona il cellulare! “Vieni giù che c’è casino!” . Accidenti! Proprio mentre pensavo di averla sfangata e finalmente, sotto il peso di palpebre inesorabilmente calanti, affievolitosi il consueto stato di vigile allerta, mi arrendevo al sonno ristoratore, sullo scomodo divano anti…coma di casa, già, opportunamente in abiti civili, coi piedi avvolti da […]
    zarianto
HiStats




statistiche siti web






Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicià alcuna e, pertanto, non rappresentano "prodotto editoriale" si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell'autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d'uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Background Image by Saffron Blaze (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 4 settembre 2016 @ 13:22;
This content last updated 25 marzo 2011 @ 16:09;