Tanto da imparare dalle donne

Tanto da imparare dalle donne

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Ebbene, caro Blog, SALVE!

E’ parecchio che non scrivo su queste pagine … sono state settimane, mesi particolarissimi … molto “tosti”, duri e con tante TANTE amarezze e delusioni; mesi in cui mi son trovato, di nuovo, più e più volte costretto a limare le mie esigenze, a ridimensionare i miei sogni, ad avvicinare i miei orizzonti … 🙁
Un periodo in cui sembra che nulla vada per il verso giusto, per quanto tu voglia giocare bene le tue carte, le mani che sono uscite non sono state per nulla fortunate e gli altri giocatori hanno avuto punti piu’ alti dei miei 🙁

Un periodo in cui per davvero mi sono reso conto, per quanto gia’ lo sapessi, di quanto sono importanti certe persone per me, di quanto questi amici mi siano affezionati (ed adesso so anche con la mente, non solo con il cuore, che non mi lasceranno se non difficilmente!) … devo più di un grazie a più di una persona ma un GRAZIE di quelli seri.
Un Grazie a chi mi è venuta letteralmente a prendere “per i cravattini” quando stavo per precipitare;
Un Grazie a chi mi ascolta ogni giorno anche se dice che non ce la fa più a sentire sempre le stesse stronzate;
Un Grazie a chi mi ha dato un sorriso e mi ha fatto capire tante, tante cose … che mi ha convinto a farmi tornare, per quanto possibile con i segni del tempo, alla filosofia di un tempo … ad avere uno “svoltone”!

Essì … c’e’ stato una “svoltone” nella mia vita una domenica di fine settembre … quando ho capito quello che dovevo fare per reagire a tutta una serie di situazioni che, per davvero, credo di non meritare per nulla e che mi stava distruggendo; quando ho capito che ci sono persone con sciagure ben peggiori e che affrontano la vita con un sorriso e con una fede che mi spaventa per quanto sia forte
E l’aver deciso di uscirne e aver capito come farlo lo devo alle donne … anzi, per la precisione ad una in particolare: Elena (ok ok .. anche un po’ alla mia fede … ma questa è un’altra storia)

Comunque, tornando a noi, chi conosce Elena sa quanto mi sia cara nonostante il rapporto conflittuale di amore/odio mi lega a lei.
Elena mi ha guidato,  abbandonato a lei senza alcuna limitazione e lasciando che mi portasse (perché per davvero ero cosi’ “distrutto” che non avei, anche volendolo, potuto oppormi a nessuno), in un modo di “uscire” dall’impasse tutto femminile: quello di prendersi cura di se stessi.

Mi ha portato a fare shopping,mi ha fatto tornare a correre, e poi finalmente son tornato in acqua e, per ultimo, ieri sera decisione folgorante: CORSO DI LATINO-AMERICANI! 😉 🙂 ahahahahahahahah
Essi’ … tipicamente femmiline questo modo di reagire, non trovate?

E perchè questo modo di reagire? Non solo perchè sono tutte attività che fanno produrre al cervello sostanze oppioidi (le endorfilne) ma anche endocannabinoidi (come se ci si facesse una buona canna!) con tutto quello che ne deriva in termini di regolazione umorale sul SN, ma anche e sopratutto per un motivo psicologico ben preciso.
Infatti mi sono reso conto che, forse, bisogna smettere di cercare che qualcun altro ci faccia sentire bene, che si prenda cura di noi … perchè in realtà noi uomini di solito è questo che facciamo, pensateci bene. Cerchiamo sempre una figura che ci accudisca, che “pensi” per noi … che, come bambini, ci indichi la via (d’altra parte l’ha fatto anche Elena in questo frangente!) … abbiamo bisogno PER TUTTA LA VITA di una mamma!

Ma ora basta .. ho già scritto troppo .. elena mi reclama: dobbiamo andare a correre.

Buone cose a tutti! 🙂

What's Happening Recommended by Hashcore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi