Est modus in rebus
La scorsa settimana gli sviluppatori di Moonlight, nota implementazione open source della tecnologia Microsoft Silverlight, hanno rilasciato un’anteprima della versione 2.0 del loro software. Tale release recepisce le novità di Silverlight 2, sebbene non tutte le funzionalità di quest’ultimo siano ancora state implementate.

La prima preview di Moonlight 2.0 era inizialmente attesa per marzo, in occasione del Mix09, ma il team di sviluppo sponsorizzato da Novell ha preferito attendere di implementare – seppure parzialmente – il modello di sicurezza CoreCLR: quest’ultimo è una sandbox in grado di limitare l’accesso del codice alle risorse di sistema in base a tre livelli di sicurezza: transparent (il più restrittivo), safe-critical (restrizioni moderate) e critical (nessuna restrizione).

Gli sviluppatori di Moonlight sostengono che è possibile creare applicazioni Silverlight sulle piattaforme Linux/Unix utilizzando il Silverlight UNIX SDK. Per fare ciò è necessario Mono 2.4, ossia l’implementazione più recente del MS.NET Framework. Moonlight utilizza inoltre i controlli Silverlight che Microsoft ha rilasciato sotto licenza open source, e sui quali si è impegnata a non rivendicare le proprietà intellettuali.

La preview di Moonlight 2.0 è disponibile per il download sul sito del progetto Mono ed è distribuita sotto forma di plug-in per Firefox, sia a 32 che a 64 bit. Il plug-in ha una dimensione di circa 9 MB ed include la macchina virtuale di Mono e gli altri necessari componenti runtime. Sebbene, come si è detto, l’anteprima di Moonlight 2.0 non implementi ancora interamente le funzionalità di Silverlight 2.0, è già compatibile con diversi contenuti e applicazioni, tra i quali il gioco online Dr. Dobbs Challenge 2.

Rispetto allo stadio di sviluppo di Silverlight, giunto alla versione 3 lo scorso marzo, Moonlight ha circa un anno e mezzo di ritardo. Ma i suoi sviluppatori contano di recuperare buona parte del gap grazie all’inclusione, in Moonlight 2.0, di buona parte – se non tutte – le funzionalità di Silverlight 3. Questo sarà possibile, secondo quanto spiegato in questo post dal programmatore Chris Toshok, grazie al fatto che “le differenze tra le versioni 3.0 e 2.0 di Silverlight sono molto, molto più piccole rispetto a quelle esistenti tra la 2.0 e la 1.0”.

fonte: PuntoInformatico.it

What's Happening Recommended by Hashcore

Twitter
  • Ombre della notte 27 dicembre 2016
      Domenica notte, freddo e nebbiolina. “codice giallo –  evento violento in strada – dinamiche non note!”  Queste le confortanti informazioni, di quello che è ormai il terzo servizio di fila della nottata. Il target è un po’ fuori dalle nostre classiche zone di intervento: ci vorranno tra i sette e i dieci minuti circa per raggiungerlo, […]
    Il Barelliere
  • Ascensore 20 dicembre 2016
      Sono in ospedale. All´ingresso principale due bambini sui tre e sette anni giocano a indovinare quale dei quattro ascensori arriverà per primo e si inseguono e corrono approfittando del fatto che la mamma, intenta a parlare con un’infermiera nel corridoio, non li veda. Come sempre non posso resistere e ingaggio il gioco con i […]
    Gio
  • La regola delle tre P 19 dicembre 2016
    “Una cosa che probabilmente la mattina non farete mai è guardarvi allo specchio e chiedervi: sono uno stronzo? (…) Probabilmente nel mondo ci sono dei veri idioti e di sicuro molti di loro hanno una buona opinione di sé. Non si considerano delle carogne, perché il prendere coscienza della propria stronzaggine è abbastanza difficile.” Eric […]
    Zoro
  • Il caffè del morto 24 ottobre 2016
    “Viviamo in una società in cui la morte è un tabù. La si vede al cinema, alla televisione, sui giornali, ma è sempre qualcosa di astratto e lontano che riguarda gli altri. Non se ne parla, non ci si pensa, e quando tocca l’individuo da vicino c’è un lavoro molto profondo da fare per permettergli […]
    Salvatore Nocera
  • Provare l’ambu 24 settembre 2016
    Tanti anni fa, circa del 1988, quando ero ancora anestesista implume e ignorante (quest’ultimo lo sono rimasto) fui inviato in consulenza in un ospedalino periferico, monospecialistico medico, che assisteva molti pazienti cronici. Ad uno di questi pazienti cronici, una SLA con paralisi ormai quasi completa, tracheostomizzato e ventilato, era necessario, mensilmente, sostituire la cannula tracheale, […]
    Herbert Asch
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicià alcuna e, pertanto, non rappresentano "prodotto editoriale" si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell'autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d'uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Background Image by Saffron Blaze (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 8 gennaio 2017 @ 11:34;
This content last updated 27 gennaio 2011 @ 17:54;