Est modus in rebus

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Siamo seduti comodamente vicino al camino (o al condizionatore, dipende dalla stagione), stiamo facendo delle ricerche bibliografiche, troviamo finalmente il lavoro che ci interessa, clicchiamo sul link che ci dovrebbe far accedere all’articolo … e ci compare un fastidiosissimo messaggio d’errore che ci comunica che non possiamo averlo se non a pagamento.

Alzi la mano chi non è mai incappato in questa irritante situazione, soprattutto quando si pensa alle migliaia di euro che paghiamo di tasse ogni anno … bene, ecco una soluzione: impostare il computer in modo tale da poter accedere alle risorse scientifiche comodamente da casa nostra ma facendo credere alla rete di essere connessi dalla biblioteca dell’università.

Esiste già una guida ufficiale che ci illustra come impostare un proxy tale da poter navigare ed accedere alle risorse telematiche dell’Università da qualsiasi luogo si voglia.

D’altra parte il metodo illustrato è un procedimento laborioso che ci costringe, ogni volta che si voglia abilitare o disabilitare la navigazione dietro proxy, ad entrare nelle impostazioni del computer e a modificare manualmente i parametri. Come ovviare a questa cosa?

Ho messo giù una serie di semplici passaggi che ci possono rendere più semplice la gestione di questo
sistema.

Per prima cosa, se non lo si è già fatto, si deve scaricare un browser alternativo come Mozilla Firefox o Google Chrome. In questa guida io mostrerò come fare usando Firefox, ma lo stesso procedimento vale anche per Chrome.

Ovviamente questa configurazione va poi usata in associazione con un’autenticazione con nome utente e password che solo gli aventi diritto possono avere.

Operazioni preliminari:
1. Se non lo stiamo usando già, scarichiamo ed installiamo Mozilla Firefox (Google Chrome)
2. Scarichiamo ed installiamo l’addon “FoxyProxy Standard” (Proxy SwitchySharp)
3. Scarichiamo (cliccando con il tasto destro e selezionando “salva”) il PAC file di configurazione automatica del proxy.

Una volta attivato l’addon e scaricato il file PAC, si entra nel vivo della configurazione:

1. Andiamo con il tasto sx del mouse l’icona dell’addon ed entriamo nelle sue impostazioni.

2. Clicchiamo su “Nuovo Proxy”

3. Andiamo alla scheda “Dettagli Proxy” e selezioniamo la quarta scelta “configurazione automatica del proxy”. Nella casella di testo indichiamo il percorso del file PAC che abbiamo scaricato.

4. In “Generali” si può anche dare un nome ed un colore al proxy.
5. Clicchiamo su OK ed il gioco è fatto.
6. Attiviamolo ed immettiamo le credenziali d’accesso che ci sono state fornite dal CEDA.

Ovviamente tutto questo è subordinato al possesso delle necessarie credenziali d’accesso (come quelle per la rete wifi della SUN) al proxy, senza le quali è inutile questa configurazione.

Conviene sempre disabilitare il proxy quando non lo si usa (tenendo conto che quando navighiamo dietro proxy è come se fossimo in facoltà … quindi alcuni siti potrebbero non esser accessibili per policy dell’Università!) e, per farlo, ci basta andar sull’icona nella barra degli strumenti e selezionare l’opzione che ci interessa.

logo-sun

Se volete questa guida in formato pdf potete scaricarla cliccando sul link di seguito

  Guida all'impostazione del proxy unina2.it (648,1 KiB, 1.027 hits)

Twitter
  • Brutto, sporco e cattivo. 25 settembre 2017
    Mentre lo trasbordano dalla barella dell’ambulanza, emana una nuvola di polvere e un fetore che ti tiene lontano, a metri di distanza; ha una casacca e dei pantaloni luridi, bagnati e spessi da cui cascano piccoli pezzi di terra ed erba e chissà cos’altro Il volto paonazzo, la barba bionda tutta appiccicata, fa tutt’uno con […]
    rem
  • No woman, no cry 23 luglio 2017
      “Vi supplico di essere indignati” (Martin Luther King) Immagino che molti lettori di questo blog abbiano letto di un fatto accaduto all’Ospedale San Paolo di Savona, dove a causa di un devastante sommarsi di pregiudizi, disinformazione e forse addirittura di pettegolezzi di quartiere un paziente ha rinunciato a sottoporsi ad un intervento chirurgico soltanto […]
    Storyteller
  • Questo o quello… per me pari sono 6 luglio 2017
      Stanotte gliela voglio raccontare io una storia a quella dottoressa che scrive racconti nelle pause, brevi pause notturne, durante il suo lavoro in Rianimazione. Io lo so che a volte scrive al computer quello che le passa per la mente, quello che le passa per il cuore: ognuno di noi ha un suo modo […]
    Magamagò
  • Soffi cardiaci (San Valentino) 28 giugno 2017
    Rumori. Che si provocano per una vertigine del sangue, un moto vorticoso che fa vibrare le valvole e il cuore intero. A volte più intensi e accompagnati da un fremito, quando accosti la mano, superando il pudore, per palpare il petto. Musicali per l’orecchio, o come un canto di gabbiano, oppure aspri, perfino duri. Nei […]
    Gigi
  • Testamento 14 giugno 2017
      TESTAMENTO: dal greco diatheke “patto” Come dite dottorè? Si lo so cos’è il testamento biologico, o dichiarazione anticipata di trattamento. Non ho studiato molto ma mi tengo aggiornata, leggo, guardo la televisione e se non capisco qualche parola guardo nel vocabolario, o domando a qualcuno perché tante parole nuove o straniere nel mio vecchio vocabolario […]
    Magamagò
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità alcuna e, pertanto, non rappresentano “prodotto editoriale” si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell’autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d’uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 6 agosto 2017 @ 12:07;
This content last updated 22 giugno 2015 @ 01:11;