Est modus in rebus

Questo articolo è stato scritto più di un anno fa. I contenuti potrebbero non essere più aggiornati.

Sono appena tornato dalla montagna … sono stato a fare il “boscaiolo”, a tagliar legna e a caricarla sui carrelli!

Non volevo andare, ero “sad” (come potete ben vedere dal mio twitter) ma poi sono dovuto andare a vedere che combinavano su in montagna gli operai.

Son partito scettico, ero cosi’ giu che nemmeno una bella giornata come quella di oggi mi faceva effetto ma man mano che il suv (e guai a chi dice che sono intuili) preseguiva lungo questa strada rurale qualcosa si smuoveva … iniziavo a notare il verde intenso dell’erba che cresce reso vivo da quelle piccole, impercettibili bestioline che elegono il sottobosco a casa, il caldo del sole, l’odore di “vita nuova” che, prepotente, si imponeva alla mia attenzione e, complice una bella canzone di Simona Molinari (qla di Egocentrica di sanremo) mi sono accorto che la lunga, rigenerante, pausa invernale è oramai alle ultim battute.

Arrivato dov’erano gli operai, come per magia, la mia tristrezza era scomparsa, le ombre che mi accupivano l’animo e mi toglievano la serenità si erano come dissolte al tiepido rigenerante sole di questo fine febbraio!

Son rimasto li, come non facevo da tempo, in montagna, a lavorare con gli operai, a scaricarmi del tutto, a parlare del piu’ e del meno con loro (altra panacea, la semplicità e la fiducia nel futuro che certe persone “umili” hanno e che trasmettono!) … e più parlavo con loro, piu’ mi riempivo gli occhi e l’animo con la rinascita della natura e piu’ il sorriso tornava sulle mie labbra, un sorriso che mi sono reso conto da molto mi mancava nel cuore!

Adesso, piu’ di prima, capisco il “potere” che ha la primavera sull’animo umano, la valenza mistica che ha sempre avuto nella storia dell’Uomo!

😉

Mai stato cosi’ felice che sia arrivata la primavera!

p.s.
Poi son tornato a casa e la mia amica Ila mi ha sopportato per un po’ al cell e ha del tutto dissolto quegli atomici frammenti residui di tristezza nel cuore! 🙂 :), merci anche a te Ila!

Twitter
  • Centomila minuti 10 novembre 2017
      “Mi vieni a trovare?”…sussurra la voce sottile dietro un naso affilato e un paio di occhiali ormai diventati troppo grandi per l’estrema magrezza dello sperimentare così tanta malattia…”se mi trasferiscono in in medicina mi vieni a trovare?…ho paura! qua mi state tutti dietro, mi controllate..” Certo che ci vengo, ci vengo tutti i giorni […]
    Benedetta Galgani
  • Brutto, sporco e cattivo. 25 settembre 2017
    Mentre lo trasbordano dalla barella dell’ambulanza, emana una nuvola di polvere e un fetore che ti tiene lontano, a metri di distanza; ha una casacca e dei pantaloni luridi, bagnati e spessi da cui cascano piccoli pezzi di terra ed erba e chissà cos’altro Il volto paonazzo, la barba bionda tutta appiccicata, fa tutt’uno con […]
    rem
  • No woman, no cry 23 luglio 2017
      “Vi supplico di essere indignati” (Martin Luther King) Immagino che molti lettori di questo blog abbiano letto di un fatto accaduto all’Ospedale San Paolo di Savona, dove a causa di un devastante sommarsi di pregiudizi, disinformazione e forse addirittura di pettegolezzi di quartiere un paziente ha rinunciato a sottoporsi ad un intervento chirurgico soltanto […]
    Storyteller
  • Questo o quello… per me pari sono 6 luglio 2017
      Stanotte gliela voglio raccontare io una storia a quella dottoressa che scrive racconti nelle pause, brevi pause notturne, durante il suo lavoro in Rianimazione. Io lo so che a volte scrive al computer quello che le passa per la mente, quello che le passa per il cuore: ognuno di noi ha un suo modo […]
    Magamagò
  • Soffi cardiaci (San Valentino) 28 giugno 2017
    Rumori. Che si provocano per una vertigine del sangue, un moto vorticoso che fa vibrare le valvole e il cuore intero. A volte più intensi e accompagnati da un fremito, quando accosti la mano, superando il pudore, per palpare il petto. Musicali per l’orecchio, o come un canto di gabbiano, oppure aspri, perfino duri. Nei […]
    Gigi
Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità alcuna e, pertanto, non rappresentano “prodotto editoriale” si sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001

Questo sito ed i suoi contenuti, quando non diversamente indicato, sono di proprietà dell’autore e pubblicati, salvo diversa indicazione, sotto una Licenza Creative Commons by-sa
Creative Commons License

Sulle modalità d’uso al di fuori di suddetta licenza si prega di contattare il gestore del sito

I nomi ed i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari

Website personale di
Mario La Vedova

Content Info
Site last updated 14 novembre 2017 @ 21:45;
This content last updated 27 gennaio 2011 @ 17:54;